Cpr (ex Cie) di Ponte Galeria (aggiornamento febbraio 2022)

Aggiornamento: febbraio 2022

Ubicazione e caratteristiche

Ubicazione
Via Cesare Chiodi, 00148 Roma

Caratteristiche

Il Cpr è un luogo di detenzione amministrativa in cui sono trattenute persone non comunitarie prive di documenti regolari di soggiorno oppure già destinatarie di un provvedimento di espulsione. Il trattenimento può durare fino a 90 giorni (120 in casi eccezionali). Si tratta di una struttura, fuori dal centro abitato, realizzata in cemento e ferro. Le zone di trattenimento sono realizzate su moduli architettonici regolari con due o più stanze, con annessa area esterna comune. Tutti i moduli sono separati tra loro, dalle aree di passaggio e dall’area amministrativa da spesse cancellate in barre di ferro alte fino a otto metri. Nella zona maschile alle barre di ferro sono stati aggiunti dei pannelli in spesso vetro per limitare ulteriormente eventuali tentativi di evasione o di sommossa.

Servizio trasporto urbano/extraurbano
Treno Orte-Fiumicino, fermata Fiera di Roma

 

Articolazione interna

Sezione femminile

Palestra: no

Teatro: no

Spazi dedicati all’attività esterna

campo da pallavolo multivalente inutilizzato

Sezione maschile

Palestra: no

Teatro: no

Spazi dedicati all’attività esterna

campo di calcetto  inutilizzato

 

Gestione

Ente gestore: Ors Italia srl del Gruppo multinazionale Ors con sede a Zurigo

Servizi alla persona: Area Sanitaria – area socio-psicologica – Informativa legale – Mediazione culturale

 

 

Organismi di controllo

Esercito: con funzioni di controllo del perimetro esterno

Guardia di Finanza: per servizio di traduzioni e scorte

Polizia: per servizio di riconoscimenti, vigilanza e amministrazione

Carabinieri: con compiti di controllo e antisommossa

 

Rilevazioni

Struttura delle camere delle persone trattenute sezione femminile
  • Presenza doccia:
  • Presenza lavabo e water: sì, water non a vista
  • Acqua calda:
  • Luce naturale/artificiale: scarsa luce naturale
  • Ventilazione/aereazione:
  • Riscaldamento:
  • Spazio minimo a disposizione per ospite: minimo
Stato delle camere di pernottamento sezione femminile
  • Decoro: minimo, gli ambienti dispongono solo del minimo indispensabile: letti singoli fissati al pavimento e piccole scaffalature dietro la testiera del letto
  • Materiale pulizia cella: non a disposizione delle trattenute per motivi di sicurezza
  • Prodotti igiene personale: kit di pulizia personale, con sapone, shampoo e dentifricio, consegnato tre volte a settimana
Area esterna – sezione femminile
  • Attività area esterna: Campo pallavolo inutilizzato
Spazi dedicati alle relazioni con i familiari sezione femminile
  • Sala d’attesa per i familiari: sì, sala colloqui di mattina per familiari e conoscenti, pomeriggio per avvocati
  • Presenza divisori: sì, in plexiglas
  • Area verde: no
Diritti religiosi – sezione femminile
  • Sale: sì, sala mensa/socialità utilizzata anche per il culto
  • Ministri del culto: no
  • Vitto differenziato:
Attività - Sezione femminile
  • Scuola di italiano: no
  • Culturali/ricreative: nessuna
Struttura delle camere delle persone trattenute - sezione maschile
  • Presenza doccia:
  • Presenza lavabo e water: sì, water non a vista
  • Acqua calda:
  • Luce naturale/artificiale: scarsa luce naturale più luce artificiale
  • Ventilazione/aereazione:
  • Riscaldamento:
  • Spazio minimo a disposizione per ospite: minimo
Stato delle camere di pernottamento sezione maschile
  • Decoro: minimo, gli ambienti dispongono solo del minimo indispensabile: letti singoli fissati al pavimento e piccole scaffalature dietro la testiera del letto
  • Materiale pulizia cella: non a disposizione, per motivi di sicurezza
  • Prodotti igiene personale: kit di pulizia personale, con sapone, shampoo e dentifricio, consegnato tre volte a settimana
Area esterna – sezione maschile
  • Attività area esterna: campo da calcetto inutilizzato
Spazi dedicati alle relazioni con i familiari sezione maschile - in condivisione con sezione femminile
  • Sala d’attesa per i familiari: Sì, sala colloqui di mattina per familiari e conoscenti, pomeriggio per avvocati
  • Presenza divisori: Sì, in plexiglass
  • Area verde: No
Diritti religiosi – sezione maschile
  • Sale: spazio all’interno delle aree di pernottamento
  • Ministri del culto: no
  • Vitto differenziato:
Attività - sezione maschile
  • Scuola di italiano: Attività curata da Sant’Egidio, ripresa nel mese di febbraio 2021 dopo un anno di sospensione
  • Culturali/ricreative: nessuna
Area sanitaria
  • Presenza medica e paramedica nelle 24 ore: un infermiere 24 ore su 24 – un medico tre ore al giorno fino a 50 persone trattenute, otto ore da 51 a 100 trattenuti, 12 ore da 101 a 125
  • Omogeneità dei farmaci della struttura interna con i farmaci della farmacia della ASL di riferimento: Sì – Asl Rm 3
  • Presenza area medica specialistica: Accesso a tutte le prestazioni del Servizio sanitario nazionale all’esterno della struttura, compatibilmente con la disponibilità della scorta che è sottodimensionata
  • Tempo medio di attesa per visite specialistiche interne: Visite specialistiche interne inesistenti
  • Tempo medio di attesa per visite mediche/esami esterni: non rilevabile un tempo medio; per problemi di disponibilità di personale addetto alla scorta, possono subire ritardi

NOTE e CRITICITÀ

Da segnalare che dal 1 febbraio 2022 si è insediato il nuovo ente gestore la Ors Italia parte del Gruppo multinazionale Ors, aggiudicataria dell’ultima gara d’appalto pubblicata nel giugno 2021 dalla Prefettura di Roma. Come le precedenti gare, l’appalto è stato aggiudicato in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Salute

In generale i problemi in ambito sanitario rimangono gli stessi degli anni precedenti con un’assistenza prestata all’interno della struttura di gran lunga inferiore a quella garantita in carcere, con frequenti problemi logistici per accompagnare all’esterno trattenuti, sia al serd sia per ricoveri esterni e visite specialistiche. Dalle interviste agli operatori è stato confermato che la mancanza di personale di scorta comporta spesso forti ritardi per le visite esterne. Durante le visite effettuate, molti dei trattenuti si sono lamentati proprio per l’impossibilità di ricevere assistenza medica.

Secondo alcuni operatori intervistati dall’ufficio del Garante, è poco accurato il giudizio di compatibilità (art. 3, co. 1 del Regolamento unico Cie) a vivere in una comunità chiusa sprovvista di servizi essenziali (al contrario del carcere) e non è previsto un riesame periodico di tale compatibilità, salvo che non sia sollecitata dall’autorità giudiziaria o dalla difesa dei trattenuti.

Corrispondenza

Rimane un problema fondamentale l’accesso alla corrispondenza con l’esterno per i trattenuti. Motivo di profonda frizione e particolare malcontento tra i trattenuti e la struttura di gestione è il sequestro dei cellulari al momento dell’ingresso nel settore maschile. Al femminile i cellulari sono trattenuti e sostituiti con cellulari senza telecamera e connessione internet. L’unica possibilità di effettuare telefonate è con cabine telefoniche, per chi ha mezzi economici propri o con tessere telefoniche da cinque euro fornite periodicamente dalla Direzione. Tuttavia, il prezzo delle chiamate da fisso a cellulare è molto elevato e quindi quasi tutti non possono avere contatti con i familiari. Tale prassi, specie per i richiedenti asilo sembrerebbe essere contraria all’art. 14 co. 2 Tui e ad altre norme domestiche, comunitarie ed internazionali.

Personale

Vi è una carenza di personale (anche sanitario) preoccupante, peggiorata con l’ultimo capitolato d’appalto.

Vitto

Molti trattenuti lamentano la scarsa qualità del cibo.

Detenzione femminile

Nonostante il Cpr di Ponte Galeria sia l’unico in Italia a prevedere il trattenimento di donne, nell’ultimo anno si è rilevata una presenza media inferiore a una donna al giorno.

Detenzione minori

Rilevante la questione della detenzione dei minori (19 nel 2020, non abbiamo ancora a disposizione il dato del 2021) che non dovrebbe mai avvenire in quanto la cd legge Zampa prevede che, nel dubbio sull’età effettiva, il minore non debba essere trattenuto presso un Cpr, ma debba essere immediatamente collocato in un centro dedicato e lì sottoposto all’accertamento dell’età e non il contrario ovvero sottoposto all’accertamento dell’età presso il Cpr e poi eventualmente collocato in un centro per minori.

Detenzione di soggetti provenienti da Paesi non olaborativi

Spesso sono trattenuti soggetti per i quali è impossibile effettuare il rimpatrio per la mancata collaborazione del competente consolato.

Attività svolte da associazioni esterne

Attualmente nel centro non viene svolta alcuna attività di tipo formativo e/o ricreativo organizzata dall’ente gestore. Delle sette associazioni esterne che entravano per svolgere attività di mediazione sociale e ascolto fino ai primi due mesi del 2020, attualmente hanno ripreso la loro attività solo Sant’Egidio e A buon Diritto.

In generale i trattenuti hanno sempre lamentato la scarsità di attività all’interno della struttura e questa esigenza risulta ancor più pressante.

Febbraio 2022

 

 

Vitto

Molti trattenuti lamentano la scarsa qualità del cibo.

 

Detenzione femminile

Nel 2020 si è rilevato la presenza media di 7,5 donne al giorno. Da ottobre 2020 a oggi non sono presenti donne trattenute.

 

Detenzione minori

Nell’anno 2020 sono stati rilasciati 19 trattenuti risultati minori

 

Rimpatri volontari

Abbiamo incontrato diversi trattenuti che sostenevano di aver fatto domanda di rimpatrio volontario da mesi, senza esito. Anche provenienti da paesi con cui esistono accordi.

 

Detenzione di soggetti provenienti da paesi non collaborativi

Spesso sono trattenuti soggetti per i quali è impossibile effettuare il rimpatrio per la mancata collaborazione del competente consolato.

 

Attività svolte da associazioni esterne

Nei primi due mesi del 2020 nel Centro di Ponte Galeria hanno svolto attività di mediazione sociale e ascolto: A buon diritto (giovedì 15-18); Fiore nel deserto (lunedì 15-17,30); Centro Astalli (giovedì 10-13); Sant’Egidio e suore Usmi (sabato mattina); Be Free (mercoledì 15-18, solo reparto Femminile); Differenza donna (martedì). Attualmente hanno potuto riprendere la loro attività solo Sant’Egidio e A buon Diritto.

In generale i trattenuti hanno sempre lamentato la scarsità di attività all’interno della struttura; ad oggi questa esigenza risulta ancor più pressante.

Marzo 2021